immobile usa

Come investire in immobili negli USA e battere l’inflazione

Per chi ha dei risparmi, soprattutto in un periodo come questo è fondamentale poter battere l’inflazione e quindi fare in modo che i risparmi messi da parte con il proprio lavoro, non vengano erosi e anziché aumentare, corrano il rischio di diminuire.

Per fare questo è necessario trovare un investimento che renda costantemente più dell’inflazione che attualmente è intorno al 2/3% all’anno. In questo modo se, per qualsiasi motivo, decido di disinvestire posso ottenere anche un guadagno che mi garantisca un maggiore potere d’acquisto.

Un modo diverso per guadagnare dai propri risparmi e battere l’inflazione è investire in immobili, negli Stati Uniti.

Battere l’inflazione con gli immobili

Nell’immaginario comune degli Italiani, la casa è un bene tangibile, reale e moltissimi in passato hanno scelto di investire nel mattone, anche per la facilità con cui era possibile approcciare a questo mercato rispetto ad altri mercati più complessi da capire come la Borsa che richiede competenze più specifiche.

Negli ultimi anni però, il mercato immobiliare italiano ha subito una forte battuta d’arresto e laddove in altri paesi del mondo, grazie a proficue politiche economiche e a leggi più garantiste, questo mercato è già ripartito, in Italia l’immobiliare è ancora in una situazione di stallo e ci rimarrà ancora per molti anni.

Ecco allora che, gli Italiani, spaventati dalla contrazione del mercato e dall’aumento di morosità tra gli inquilini, hanno smesso di investire nell’immobiliare in Italia, cercando soluzioni alternative che gli permettano di guadagnare e allo stesso tempo di difendersi dall’inflazione. Così sempre più Italiani investono in immobili all’estero e in particolare negli Stati Uniti.

Naturalmente acquistare un immobile all’estero, offre gli stessi vantaggi che un tempo offriva  un immobile in Italia: in pratica avendo tutta la somma a disposizione, si acquista qualcosa di tangibile, di cui abbiamo la piena proprietà e di conseguenza di cui possiamo disporre e decidere al meglio. Inoltre, oltre a garantire un flusso di cassa, l’immobile è qualcosa di solido, un bene che si può sempre commercializzare e rivendere, insomma qualcosa che negli anni, comporta un aumento di valore se gestito bene.

Perché gli Stati Uniti

Gli Stati Uniti, sono interessati da una crescita economica e da un saldo demografico sempre in crescita che implicano l’aumento di domanda di alloggi e immobili. Il mercato è in costante crescita da un paio d’anni ormai e correrà ancora per qualche decennio.

Inoltre, gli Stati Uniti, a differenza da come avviene in Italia, hanno una legislazione molto severa contro gli inquilini morosi, una normativa che tutela chi è proprietario dell’immobile. Da sempre gli Stati Uniti tutelano più chi fa impresa rispetto ai dipendenti, tutelano di più i proprietari rispetto agli inquini. Naturalmente questo implica maggiori tutele per chi decide di investire e acquistare immobili in USA e di conseguenza assicura all’investitore una rendita costante e sicura, tale, in qualche caso da garantire uno stipendio aggiuntivo.

Questo non è sempre possibile ma si verifica soprattutto se si acquistano immobili in zone di vacanza, in zone turistiche, dove gli affitti sono più alti, perché più richiesti. Ad esempio, la Florida è uno stato da tenere in considerazione per  questo tipo di investimento; il clima caldo tutto l’anno, una legislazione chiara e favorevole e la possibilità di affittare l’immobile tutti i mesi dell’anno, rendono questo posto ideale per ricercare opportunità interessanti.

Tra le realtà che accompagnano investitori Italiani nel percorso di acquisto di un immobile in USA, troviamo ad esempio, Real America Estate, società nata da un investitore italiano che opera negli Stati Uniti fin dal 2011 e che dopo aver fatto esperienza investendo in prima persona, ha iniziato ad offrire la propria consulenza ad altri connazionali, desiderosi di acquisire un immobile negli Stati Uniti.

Oggi in USA è possibile anche acquistare immobili a sconto (ad esempio ad aste giudiziarie), ristrutturarli e rivenderli velocemente (Flipping immobiliare) guadagnando attraverso una plusvalenza che si aggira intorno al 10%. Per chi è curioso, è possibile trovare informazioni e spunti sul blog di Real America Estate dove l’investitore Vanni Valente racconta, attraverso video e articoli, la propria esperienza nel mercato del Flipping immobiliare in Florida.

Come abbiamo detto, il mercato immobiliare Statunitense è in crescita: c’è una grande quantità di immobili da acquistare, i tassi d’interesse dei mutui sono bassi e l’aumento demografico è costante; questi sono tutti fattori che hanno portato ad accrescere la domanda di immobili e di conseguenza la possibilità di fare operazioni immobiliari profittevoli.

Quindi, con questo articolo, spero di averti fornito dei nuovi spunti e se lo ritieni interessante condividilo pure con chi ti sta vicino.