altroconsumo-finanza

Gli italiani cercano risposte: c’è da fidarsi di Altroconsumo?

Chi non ha mai avuto l’occasione di provare i servizi messi a disposizione da Altroconsumo Finanza potrebbe essere interessato a capire se c’è effettivamente da fidarsi, dal momento che le proposte per gli investimenti sicuri sono destinate a migliaia e migliaia di persone in tutta Italia. Per chi non lo conoscesse, stiamo parlando di un servizio di consulenza che fa capo a un’associazione di consumatori – Altroconsumo, appunto – che può contare su oltre 400mila iscritti. Ebbene, scoprendo le recensioni pubblicate sul web a proposito di Altroconsumo Finanza, si può sostenere che esso costituisce un importante punto di riferimento per tutti coloro che hanno intenzione di investire il proprio denaro – o una parte di esso, ovviamente – senza rischi.

Come funziona

A dimostrazione della serietà e della trasparenza di Altroconsumo Finanza si può verificare che l’abbonamento al servizio è gratuito per il periodo di prova, e diventa a pagamento solo in un secondo momento: ciò vuol dire che chi non ne è convinto o soddisfatto è libero di smettere di utilizzarlo in qualsiasi momento senza aver speso un solo centesimo. Il periodo di prova dura un mese, nel corso del quale non ci sono limitazioni e possono essere già utilizzati e messi alla prova tutti i servizi di cui si disporrà durante l’abbonamento: la rivista settimanale fornisce informazioni e approfondimenti sempre utili, mentre i vari strumenti interattivi con i quali possono essere tenuti sotto controllo gli investimenti permettono di accertare la validità della strategia di investimento che è stata adottata.

Altroconsumo Finanza: ecco perché vale la pena di abbonarsi

Di Altroconsumo Finanza c’è da fidarsi, eccome: si tratta, infatti, di un prezioso strumento di informazione finanziaria autonomo e indipendente, che propone simulazioni grazie alle quali anche i consumatori meno avvezzi a questo mondo hanno l’opportunità di entrare in contatto con una grande varietà di strumenti di investimento suggeriti dagli istituti di credito. Non è esagerato parlare, a tal proposito, di educazione finanziaria, garantita anche dai contenuti della rivista settimanale.

Come investire

Tra le guide fondamentali di Altroconsumo Finanza gli investimenti sicuri: i percorsi che possono essere seguiti in questo senso sono diversi. Si spazia dalle obbligazioni agli ETF, passando per i fondi di investimento e le azioni. Le condizioni più convenienti sono quelle che caratterizzano i fondi di investimento, in virtù delle commissioni limitate. I risparmiatori, inoltre, possono accedere agli ETF sapendo di poter contare sulla diversificazione degli investimenti, che secondo tutti gli esperti del settore è la sola via per raggiungere i risultati auspicati.

Stop alle truffe

Con l’aiuto di Altroconsumo Finanza è possibile dire addio una volta per tutte alle truffe e agli inganni in cui si rischia di incappare, specialmente se non si ha una preparazione specifica in merito. Anche i risparmiatori che non si sono mai avventurati nel mondo degli investimenti riescono, dunque, a beneficiare di una gestione del risparmio redditizia, tanto nel caso in cui sia correlata ai fondi pensione, quanto nell’eventualità in cui dipenda dai conti deposito. Le strategie di investimento che vengono concepite sono personalizzate. Ce ne sono di tre tipi: per gli investimenti fino a 10mila euro, per gli investimenti compresi tra i 10mila e i 50mila euro e per gli investimenti compresi tra i 50mila e i 100mila euro.

Ci si può fidare

Per tornare alla domanda di partenza, Altroconsumo Finanza merita il massimo della fiducia, anche per la mole enorme di informazioni che garantisce. Il costo mensile dell’abbonamento è di 12 euro e 30 centesimi per il primo anno e di 24 euro e 60 centesimi a partire dal secondo anno; va ricordato, però, il primo mese di prova, che come visto è gratuito.